Monteceneri e la tassa sul sacco

Monteceneri e la tassa sul sacco

Alcuni fatti per aiutare chi vuole sapere e poi decidere.

Monteceneri e la tassa sul sacco
(Foto Ti-press - via www.rsi.ch)

In queste settimane si è discusso anche di rifiuti e di tassa sul sacco.
Monteceneri, c’è stato chi è riuscito, nello stesso tempo, ad attribuirsi i meriti per le tasse ridotte e ad accusare il Municipio di aver fatto aumentare i costi per buona parte dei cittadini.
Miracoli della campagna elettorale.

I fatti dicono che:

  • il progetto originale del Municipio prevedeva di finanziare con le tasse sui rifiuti l’80% dei costi;
  • con il nuovo Regolamento, il Municipio ha abbassato l’asticella al 70%;
  • .
  • i risultati del 2015 dicono che il grado di copertura è solo del 62%.
    Al netto dei costi per la produzione e la distribuzione, la vendita dei sacchi non ha permesso di pagare almeno i costi dell’inceneritore di Giubiasco;
  • il progetto dell’on. Zali per una tassa cantonale sul sacco prevede un tasso di copertura del 100% poiché «l’ammontare delle tasse incassate deve di principio corrispondere a quello delle spese sostenute».

Resta una realtà: la parte dei costi per la gestione dei rifiuti non coperta dalle tasse causali deve comunque essere pagata da tutti i cittadini (e le aziende) di Monteceneri, o meglio, da quelli che pagano le imposte.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY