Ripari fonici lungo l’autostrada: ancora tanta pazienza

Ripari fonici lungo l’autostrada: ancora tanta pazienza

Esempio di ripari fonici lungo la N2 in Ticino (Fonte: Ennio Ferrari, Lodrino)

Se non ci saranno altri intoppi, entro fine anno l’Ufficio federale delle strade (USTRA) pubblicherà i dettagli del progetto esecutivo per i ripari fonici lungo l’autostrada da Rivera a Lamone.
Durante 30 giorni, tutti gli interessati potranno esaminarli e presentare eventuali osservazioni.

Il progetto per il risanamento fonico dell’autostrada è atteso da anni.
Molti ricordano ancora le promesse dell’on. Marco Borradori (allora responsabile del dossier) e, successivamente, l’incontro del 2008 nel quale l’ing. Marco Fioroni, direttore della filiale di Bellinzona dell’USTRA, indicò ai Municipi di Rivera, Bironico, Camignolo, Mezzovico-Vira e Sigirino il 2017 come possible data di inizio dei lavori.

La tabella di marcia più aggiornata fissa ora l’inizio dei lavori nel corso del 2020.
Ci sono però ancora molte incognite. Tra queste anche quella legata all’impatto sul paesaggio di barriere di cemento alte fino a 4.5 m in qualche tratto posate sopra le colline a suo tempo già realizzate.

Per maggiori informazioni (generali) leggete «Il Municipio informa» del 4 settembre.

Insomma: sono stati fatti dei passi avanti, ma siamo solo alla vigilia di un processo burocratico ancora molto lungo.
Armiamoci di ottimismo e di… tanta pazienza.

Nel frattempo, per saperne di più, ecco anche il Manuale per il rumore stradale, elaborato dall’Ufficio federale dell’ambiente e una delle basi utilizzate per lo studio del progetto.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY